Questo sito rilascia cookies tecnici per consentirne il funzionamento, oltre a cookies, anche di terza parte, di 'analytics' per fare statistiche sul traffico ed attivare il miglioramento. Cliccando su "Conferma Scelte", acconsenti all’uso dei cookies qui sotto proposti o da te selezionati. Cliccando su "Accetta tutti i cookies" li abiliti tutti. Per saperne di più

SALUTI DI FINE ANNO

Carissime e carissimi,

in questo fine settimana ho letto con grande attenzione la lettera di saluto di alcune studentesse e di alcuni studenti di quinta che stanno per lasciarci per affrontare nuove realtà, non senza mandarci un messaggio di speranza e di  riflessione.

Sono rimasta fortemente colpita dalla loro idea di aver fatto parte di una scuola in cui è stato possibile “fare squadra, lottare senza paura per ciò in cui si crede, anche a costo di andare contro un sistema di ingiustizie”, principi che ritengo debbano essere alla base del vivere civile e di tutta l’umanità.

Ho pensato a lungo alla forza di queste belle parole che mi rendono sempre più certa del fatto che, in questo mondo talvolta un po’ folle, ci vogliano ragazze e ragazzi coraggiosi e pronti ad affrontare le diverse situazioni, a dare un contributo al cambiamento anche nei momenti più complessi e difficili della vita, come quello che abbiamo appena vissuto e superato.

Non mi resta che ringraziare tutte le docenti e i docenti, le mie più strette collaboratrici, professoresse Loffredo, Croce, Narraci, Scimemi, Maltagliati, la mia DSGA , la segreteria, le collaboratrici e i collaboratori scolastici, l'ufficio tecnico,  il Comitato genitori, la Presidentessa e  le studentesse e gli studenti del Consiglio di Istituto, Alessio, Francesca, Giovanni, Mihaela,  che mi hanno aiutata e supportata durante tutto l’anno permettendomi di avere una quadro sempre realistico della situazione e di poter intervenire ogni qualvolta si ritenesse necessario realizzare qualcosa di importante e condiviso;  un grazie speciale va alle ragazze e ai ragazzi di Radio Rebora e del Giornalino Virus che sono sempre stati presenti negli eventi più significati,  e un grazie a tutti coloro  che si sono prodigati nella realizzazione dei momenti di vita della nostra scuola: dagli open day alla cogestione, dalla realizzazione del peer to peer alla partecipazione a concorsi e manifestazioni culturali.  

Anche nei momenti di vivaci confronti e di qualche protesta, che per fortuna non sono mai mancati, ho sempre percepito in tutti la volontà di operare nell’ottica di far bene e di trovare risoluzioni ad ogni problema.

Ho imparato tanto da Voi  e di questo non posso che esservi grata.

Saluto le ragazze e i ragazzi delle quinte a cui mando un grandissimo in bocca al lupo per il loro Esame e saluto tutte le studentesse e gli studenti delle classi prime, seconde, terze e quarte a cui auguro buone vacanze e un arrivederci a settembre.

A chi dovrà sostenere gli esami di riparazione raccomando il massimo impegno per affrontare l’anno prossimo con maggior sicurezza e serenità.

Facendo mie le parole degli studenti delle quinte non posso che augurarvi “di vivere senza timore tutte le sensazioni che vi attraverseranno, dalle più belle alle più negative, perché di ogni esperienza si possa fare tesoro”.

A tutte e tutti un cordiale saluto.

Sara Olivari